CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Tanti bond falsi nella valigetta e la Procura chiede la condanna

Più informazioni su

Partito il processo ai due insospettabili imprenditori giapponesi che nel giugno del 2009 sono stati fermati con un tesoro alla stazione di Chiasso. Da allora, però, hanno fatto perdere le tracce. Giudicati in contumacia. Imputati giudicati in contumacia. Mai più visti e mai più rintracciati dal giugno del 2009 quando – con un colpo di scena clamoroso – finanzieri e funzionari di dogana li hanno fermati alla stazione di Chiasso con un tesoro in valigia: bond emessi dalla Federal Reserve e dal Ministero del tesoro del Giappone per un controvalore di 118 miliardi di euro. Titoli che i due insospettabili imprenditori nipponici – poi dileguatisi – avevano nella valigetta. Il sospetto della Procura di Como è che quei documenti erano del tutto falsi. Carta straccia per la quale i due sono a processo. Oggi è partito il dibattimento ed il Pm ha sollecitato per loro cinque anni di reclusione. Il 28 giugno le conclusioni della difesa e la sentenza del giudice Valeria Costi.

Più informazioni su