CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como pronta per il grande raduno: sabato la “Parada par Tucc”

Più informazioni su

Il raduno alle ore 14 in piazza Verdi, partenza due ore dopo. Il corteo, patrocinato anche dal Comune e dagli assessori Gaddi e Veronelli, passerà per il centro storico. Obiettivo valorizzare le bellezze del territorio.

Pochi giorni all’invasione “artistica”. Sabato 28 maggio, per le vie del centro di Como, la terza edizione della "Parada par Tücc". Una manifestazione che è stata presentata oggi a Palazzo Cernezzi. La Parada è più di una semplice sfilata, infatti, è il risultato del lavoro di 50 soggetti, tra associazioni, gruppi informali, associazioni di volontariato, cooperative, istituzioni e cittadini che hanno contribuito all’attivazione di 17 laboratori artistici e 3 atelier. Il tutto per la realizzazione di costumi e esibizioni che caratterizzeranno questa singolare sfilata. “Un momento importante e diverso – ha spiegato l’assessore alle politiche giovanili Maurizio Faverio – per valorizzare il territorio. Sono convinto che i giovani vadano sostenuti”. Della stessa idea anche gli assessori Anna Veronelli e Sergio Gaddi che hanno patrocinato l’evento.

Il ritrovo degli artisti è previsto per le 14.00 in piazza Verdi e la partenza alle 16.00. Il percorso passerà da via Vittorio Emanuele, via Giovio, via Diaz, viale Varese, piazza Volta e la conclusione in piazza Cavour, luogo in cui si terranno fino alle 23.00 spettacoli e animazioni di vario genere. La Parada si fonda su tre principi fondamentali: l’ecologia, la gratuità e la libertà. Tutte le attrazioni saranno prive di motori e non usufruiranno dell’energia elettrica (tranne per l’uso di amplificatori per il concerto in piazza Cavour) e sarà preferito l’utilizzo di materiale da riciclo; i laboratori sono gratuiti e senza alcun scopo di lucro; chiunque inoltre potrà partecipare alla parata con idee proprie presentandosi alle 14.00 in piazza Verdi. Scopo della Parada, come hanno sottolineato gli organizzatori oggi alla presentazione, è valorizzare ciò che il territorio offre, creare collaborazione tra mondi diversi e costruire relazioni.

L’arte sarà usata come strumento sociale, assolutamente non politico, come ha anche sottolineato l’assessore Sergio Gaddi: “Mi auguro che non si verifichino episodi spiacevoli che possano compromettere il lavoro serio e attento degli organizzatori. Sarà un momento di aggregazione”.

Più informazioni su