CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Cerca di suicidarsi al Bassone: gli agenti lo fermano per tempo

Più informazioni su

Sventato un tentativo attuato da un 30enne tunisino come fa sapere il sindacato autonomo Sappe. L'immigrato, ricoverato in infermeria per problemi psichici, aveva stretto una colla attorno al collo. La tensione, nel carcere del Bassone di Como, continua a salire. Nelle ultime ore, gli assistenti della polizia penitenziaria, hanno sventato un tentativo di suicidio da parte di un detenuto straniero. Un tunisino di 30anni, ricoverato nel reparto di infermità per problemi di salute, ha cercato di farla finita con una corda, legandosela attorno al collo e fissandola alle sbarre della cella. Il personale di sorveglianza si è accorto in tempo ed è riuscito a salvarlo. Il carcere di Como è purtroppo uno dei più tristemente noti dove si sono già verificati casi di detenuti che si sono uccisi. Forse anche per un eccessivo ed incredibile sovraffollamento, dove anche il personale di polizia penitenziari fatica davvero a lavorare. Questo episodio ha portato il sindacato autonomo di polizia penitenziaria Sappe ad emettere un nuovo comunicato, nel quale si chiede al Ministero di intervenire con sollecitudine nella struttura lariana, dove il sovraffollamento è cronico, ma anche un riconoscimento ufficiale ai due agenti che hanno salvato dal suicidio il detenuto in queste ore.

Più informazioni su