CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ecco il verdetto: Albertani seminferma di mente, 20 anni in cella

Più informazioni su

La sentenza emessa poco fa al Tribunale di Como dal Gup Maria Luisa Lo Gatto. Passata la linea della difesa che aveva chiesto il riconoscimento di questa patologia. Per la Procura era ergastolo. Padre in lacrime. Seminferma di mente, ma ugualmente condannata: 20 anni di carcere per Stefania Albertani, la 28enne di Cirimido accusata della morte – e dell'occultamento del cadavere successivo – della sorella maggiore, ma anche di un duplice tentato omicidio verso i genitori. La sentenza letta poco fa dal Gup di Como Maria Luisa Lo Gatto che ha anche previsto per la ragazza il ricovero, fin dai prossimi giorni, in una casa di cura per tre anni. Poi ritornerà in carcere dove si trova da quasi due anni per scontare interamente il resto della pena.

Accolta in pieno la richiesta della difesa – avvocati Gulotta e Spinelli – che aveva chiesto al giudici di riconoscere questa patologia psichica per la ragazza di Cirimido. Il Pm Maria Vittoria Isella, invece, aveva chiesto l'ergastolo ritenendola del tutto capace di intendere e volere come da una consulenza del suo perito. La Albertani, in aula al momento della sentenza, è rimasta un po' sorpresa della condanna rimediata. In lacrime il padre che ha assistito all'udienza conclusiva.

Più informazioni su