CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

I soldi della casa dei Romano tutti per il superstite della strage

Più informazioni su

La decisione è stata ratificata oggi dal giudice civile di Como. Per Mario Frigerio in arrivo 55.000 euro anche per permettere le cure cui si deve sottoporre. Neppure un euro ad Azouz, i Castagna hanno rinunciato. I soldi della casa di Olindo Romano e Rosa Bazzi, venduta all'asta nei mesi scorsi, vanno tutti a Mario Frigerio, il superstite della strage di Erba del dicembre 2006. L'ordinanza del giudice civile del Tribunale di Como, Vito Febbraro, è stata firmata oggi anche se questa soluzione sembrava la più scontata. Adesso, però, c'è anche il provvedimento che assegna la somma rimasta dopo le spese legali sostenute per la messa all'asta: 55.000 euro netti (su 69.000 dell'asta con la quale è stata assegnata) destinati a chi ha subito le più pesanti menomazioni, non solo fisiche, ma anche morali, da questa vicenda. Vale a dire Mario Frigerio. Il superstite che nei giorni scorsi, dopo il giudizio della Cassazione, ha avuto la forza di scrivere una lettera dai contenuti forti e di ringraziare gli inquirenti che hanno lavorato con grande professionalità. “Il mio dolore è infinito – ha scritto pochi giorni fa Frigerio – ma almeno adesso avrà un po' di pace”.

Dunque, tutto quello che c'era a disposizione dalla vendita dell'immobile di via Diaz ad Erba per il superstite. Che, per la cronaca, necessità di cure ed assistenza pressochè continua. Il giudice non ha ritenuto di assegnare nulla ad Azouz Marzouk, altra parte civile anche se clamorosamente uscito di scena a Roma in Cassazione. Ma per l'aggiudicazione dei soldi c'era pure lui a tutti gli effetti. La famiglia Castagna, altra parte civile, aveva già deciso di non chiedere nulla lasciando di fatto il campo libero a Frigerio con grande signorilità.

Più informazioni su