CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

“Ho pianto dopo la Cassazione: speravo riaprissero il caso…”

Più informazioni su

Le confessioni di Olindo Romano dopo la sentenza definitiva di una settimana fa dei giudici di Roma sulla strage di Erba. E la moglie Rosa:"Non mi aspettavo nulla di diverso: è andata così". Un lungo pianto nella sua cella. "Per tutto il giorno, quando ho saputo della decisione della Cassazione". Olindo Romano lo ammette in una intervista pubblicata dal settimanale "Oggi" ad una settimana esatta dal terzo grado di giudizio dei giudici romano per la strage di Erba. L'ex netturbino erbese rivela anche che ha sperato fino all'ultimo in un esito diverso:"Speravo riaprissero il nostro caso tanti erano gli errori. Speravo se ne accorgessero. Invece niente". Da Olindo, infine, la conferma che in tanti gli hanno fatto arrivare in cella la solidarietà: detenuti della sua struttura di Bollate ed anche altri. Il settimanale riporta anche alcune dichiarazioni di Rosa Bazzi, la moglie di Olindo, detenuta ad Opera:"Non mi aspettavo nulla di diverso – rivela – anche se con il tempo la verità verrà a galla". Il giudizio della Cassazione è stato emesso proprio martedì scorso a Roma. Cnfermato l'ergastolo per i due coniugi. La difesa continua ad insistere: punta alla revisione dell'intero processo con nuovi elementi da esaminare.

Più informazioni su