CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Nessuna prova, il bergamasco assolto per l’assalto alla Carige

Più informazioni su

Un 40enne protesta la sua innocenza ed i giudici gli credono. Lui è già in carcere per altre rapine nel Nord Italia, ma ha sempre negato quella del settembre 2009 ad Olgiate. Il Pm aveva chiesto 9 anni. Nessuna prova accertata ed è stato assolto. Perchè nel processo in Tribunale a Como non sono emersi elementi per poterlo identificare con assoluta certezza come uno degli autori della rapina avvenuta il mattino del 7 settembre del 2009, filiale della Carige di Olgiate Comasco, via Roma. Il protagonista è Dario Casali, un 40enne bergamasco, già in carcere per altri assalti compiuti in buona parte del Nord Italia. “Ma questa no”, ha protestato lui in aula. Sostenendo la sua estraneità al colpo avvenuto quella mattina con pistola e volto parzialmente coperto. Con un bottino di 40.000 euro. A lui i carabinieri sono arrivati dopo aver seguito una banda che razziava le banche. I militari di Como hanno trovato a casa sua indumenti simili a quelli utilizzati durante il colpo di Olgiate, ritratti dai fotogrammi della telecamera a circuito chiuso che avrebbe fornito anche qualche elemento per arrivare alla sua identificazione. Lui, però, ha negato sempre e lui ha accolto con un sorriso la sentenza dei giudici. Il Pm, per la cronaca, aveva chiesto per lui 9 anni di reclusione.

Più informazioni su