CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Anche al Sant’Anna la giornata sulla sindrome da fatica cronica

Più informazioni su

E' in programma per domani. Stand informativo all'ingresso della struttura per far conoscere questa malattia invalidante che colpisce, in particolare, le donne. Pochi coloro che riescono a guarire del tutto. Qualcuno potrà sorridere al pensiero, ma la sindrome da fatica cronica (Chronic Fatigue Syndrome o anche Encefalomielite mialgica o Sindrome da affaticamento cronico) è cosa tutt’altro che ridicola. È, invece, una malattia invalidante che colpisce soprattutto le donne. La causa è ancora sconosciuta e non esistono cure per questa sindrome del nostro tempo, che porta tra i suoi sintomi anche disturbi neurologici, cefalea, e molto altro. Purtroppo molti medici ancora non la riconoscono a prima vista e di conseguenza ne favoriscono il cronicizzarsi. Sono pochi, infatti, i malati che riescono a guarirne totalmente. Nei casi più gravi si è costretti ad abbandonare le proprie attività. Con il risultato, non certo secondario, di andare incontro all’isolamento sociale, cosa che non fa bene al malato. La ricerca sta cercando di fare luce su questa patologia e, come spesso accade, per attirare l’attenzione su questi argomenti, è stata indetta per domani, giovedì 12 maggio, la Giornata Mondiale del Malato di CFS.  Dalle dalle 9 alle 12, il nuovo ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia ospiterà nella hall uno stand dell’Amcfs onlus, associazione che si occupa della sindrome da fatica cronica per sensibilizzare i comaschi.  

Per saperne di più, si può contattare il numero verde istituito recentemente: 800 89 69 49 o www.associazionecfs.it

Più informazioni su