CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Marzorati è senza parole:”Solo silenzio e rispetto per il dolore”

Più informazioni su

Il presidente dell'Associazione Fabio Casartelli non riesce ancora a capacitarsi della tragedia al Giro d'Italia. Un tuffo all'indietro di 15 anni:"Una cosa che fa male ai genitori di Fabio".

“Una notizia che ha lasciato tutti senza parole, quando succedono queste tragedie non si può far altro che stare vicino alla famiglia e confortarla in silenzio”. Queste le parole di Pierluigi Marzorati, il presidente dell’Associazione Fabio Casartelli, dopo la tragica morte di ieri. Giro d’Italia in lutto dopo il decesso di Wouter Weylandt, ciclista 26enne che ieri, mentre si stava disputando una prova del giro nei pressi di Rapallo, dopo una curva decisamente insidiosa e presa ad alta velocità,  è caduto a terra, picchiando la testa contro un muro. “Purtroppo le condizioni della strada in quel punto non sono ottimali, è stretta – continua ancora Marzorati – ma è stata una grande tragica fatalità ”.

Il presidente dell’associazione Fabio Casartelli si rivolge anche a chi organizza queste eventi sportivi: “Credo che questo debba essere un monito per sensibilizzare gli organizzatori di tutti i tipi di gare ciclistiche ad una maggiore sicurezza durante i circuiti per cercare di evitare queste immense tragedie”. La morte di Wouter Weyland, giovane atleta belga che sarebbe diventato presto padre, ricorda la tragica scomparsa di Fabio Casartelli:”Fa male a noi, ma soprattutto ai famigliari di Fabio, perché va a riproporre quello che è successo 16 anni fa – conclude Marzorati – un’ulteriore apertura della ferita. Oggi però c’è anche un’altra famiglia che sta soffrendo ed è quella di Weyland”.

Più informazioni su