CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Lungolago da riaprire, ora protestano gli esercenti dei giardini

Più informazioni su

Da loro avviata una raccolta di firme da consegnare in consiglio comunale a Como. Chiedono un incontro con sindaco e Zambrotta per eliminare dal progetto le aree gioco per i bimbi: dannose per la loro attività. Ogni giorno, una protesta. Prima alcuni componenti della giunta di Como, assessore Gaddi in testa anche se il suo punto di riferimento, il critico Vittorio Sgarbi la pensa in mdo del tutto differente – poi l'Ordine degli architetti. Ed ora gli esercenti dei bari dei giardini a lago che temono di perdere clienti e bambini. Il tutto dopo aver visto il progetto della società di Gianluca Zambrotta, il calciatore del Como che intende riaprire la passeggiata a lago dai giardinetti a piazza Cavour nei prossimi mesi estivi. Con tanto di erba sintetica – su cui sono caduti gli strali di molte persone – e spazi giochi per i piccoli. Eccolo, il problema secondo i gestori: temono che queste aree possano attrarre bimbi e genitori sottraendoli alle loro attività (sempre con giochi per i più piccoli). Da qui la raccolta firme – una decina in tutto – consegnate al consigliere comunale Luigi Bottone: ora sarà lui a portarle domani sera in consiglio comunale la petizione per sollecitare un incontro con sindaco e lo stesso Zambrotta.

Più informazioni su