CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Stato batte ‘Ndrangheta e la villa bunker diventa ora una scuola

Più informazioni su

Giornata davvero importante a Cermenate. Consegnata la struttura all'Associazione Jus Vitae per realizzare un centro di alta formazione contro le mafie. Il Ministro Maroni:"Una risposta davvero notevole". In termini sportivi è una vittoria netta. Dello Stato e della sua capacità di dare risposte alla gente contro la criminalità potente e ramificata. Contro la sempre spietata 'Ndrangheta. La risposta è quest'oggi la consegna a Cermenate – ore 10 – di una villa bunker confiscata ad una cosca criminale nel 2007 all'associazione Jus Vitae di padre Antonio Garau. E qui, dopo la cerimonia di oggi, sorgerà il primo centro europeo di alta formazione contro le mafie. Ma anche una mostra permanente ed una biblioteca. "Perchè la 'Ndrangheta si può sconfiggere – precisa il MInistro Maroni, atteso alla cerimonia di quest'oggi – e questo è un segnale notevole. Una risposta importante".

L'iniziativa è stata voluta dalla Cisl e da Filca, la federazione degli edili che hanno affiancato questa battaglia di Jus Vitae. Oltre a Maroni, infatti, atteso il leader nazionale del sindacato Raffaele Bonanni e pooi il Procuratore di reggio Calabria Giuseppe Pignatone. Il centro viene intitolato alla memoria dell'avvocato Giorgio Ambrosoli, assassinato dalla mafia a Milano nel 1979. "Questa struttura di Cermenate, dove prima c'era attività illecita – precisa Bonanni – ora apre alla speranza. E ad una nuova stagione di lotta alla mafia. Che si può colpire e disarticolare". I lavori partiranno subito per la ristrutturazione, centro pronto tra diversi mesi.

Più informazioni su