CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

E’ lo sport più praticato dai comaschi: criticare chi fa qualcosa!

Più informazioni su

Gianluca Zambrotta, il calciatore comasco del Milan, si muove per dare una mano alla "sua" Como e sono subito polemiche. Il suo progetto di riapertura del lungolago piace, ma non convince professionisti e politici… Se ci fate caso, è proprio così. O l'immobilismo assoluto – con tante cose bloccate – oppure critiche a chi fa qualcosa. Appena c'è uno che tenta di uscire dal coro si becca le sue belle contestazioni assieme a qualche pacca sulla spalla giusto per dargli il contentino. E' il caso, recente, di Gianluca Zambrotta, il calciatore lariano che gioca nel Milan e che ha deciso di esporsi in prima persona. Investendo diverse centinaia di migliaia di euro – e comunque non è cosa da tutti anche se i suoi guadagni sono elevati – per poter riaprire il lungolago di Como. Bloccato da polemiche, burocrazia ed un cantiere – quello delle paratie – attualmente fermo. Piuttosto che il nulla, ecco l'idea di Zambrotta. Che si è affidato ad uno studio di professionisti ed ha eleborato un progetto presentato in settimana al Comune.

Apriti cielo. Quasi come se lo sport preferito dei comaschi è quello di criticare. E per il "Zambro", ad un passo dal tricolore con il suo MIlan oggi a Roma, polemiche sull'idea di utilizzare l'erba sintetica per ricoprire la passeggiata e renderla utilizzabile dai giardini a lago a piazza Cavour. Le critiche sono quelle degli architetti lariani, chi più e chi meno, e di diversi politici. Alcuni assessori della giunta di Bruni, Sergio Gaddi su tutti, non hanno gradito questa scelta. Altri, la collega Anna Veronelli ad esempio, molto. Tutti concordi, però, nel dire bravo a Zambrotta per questa scelta. Ma altrettanto pronti a riempirlo di critiche per l'erba sintetica ed altri orpelli della passeggiata come il cristallo dei parapetti. Lui, Zambrotta, da vero signore non ha detto nulla…

Più informazioni su