CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Strage di Erba, Azouz rientra in Italia tra la rabbia dei Castagna

Più informazioni su

Il tunisino, che di recente ha alimentato dubbi sulla colpevolezza di Olindo e Rosa, atteso nelle prossime ore a Roma. La sua presenza non molto gradita alla famiglia. Martedì la Cassazione. Arriverà anche lui. E’ un suo diritto essendo parte civile del processo che martedì emetterà l’ultimo verdetto su Olindo Romano e Rosa Bazzi: la Cassazione. Azouz Marzouk è atteso nelle prossime ore in Italia nonostante il suo allontanamento come persona non gradita. Il quasi 30enne tunisino, che nella strage di Erba ha perso moglie, figlioletto e suocera, può tornare solo per lo stretto necessario. Vale a dire prendere parte al processo di terzo grado che si svolgerà a Roma martedì prossimo. Ancora non è chiaro se Azouz si fermerà nella capitale oppure cercherà di raggiungere la compagna Michela a Lecco dove la giovane vive con la figlia nata nel luglio scorso. Fatto sta che la presenza di Marzouk – che di recente in una intervista ha sollevato dubbi sulla colpevolezza dei Romano – non è molto gradita alla sua ex famiglia, quella della moglie Raffaella. I castagna, infatti, non sono entusiasti di trovarsi faccia a faccia con Azouz a Roma in Cassazione. Sopratutto perchè, oltre a queste dichiarazioni, ne ha fatte altre sulla pista della famiglia Castagna che poco sono state gradite al suo ex cognato Pietro, tirato in causa neppure troppo velatamente.

Più informazioni su