CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Rabbia dei sindacati per i negozi aperti il 1° maggio ed è sciopero

Più informazioni su

Parole dure da parte dei rappresentanti di Cgil, Cisl ed Uil verso chi ha avvallato questo provvedimento. Il sindaco di Como Bruni nel mirino. Lui replica:”Presa di posizione ideologica”. Abbastanza inevitabile. La rabbia dei sindacati esplode dopo l’annuncio della possibile apertura – per chi lo vorrà – dei negozi domenica prossima, 1° maggio, a Como. Ed è una protesta vigorosa, intensa. E che porta i sindacati a proclamare lo sciopero di otto ore proprio per domenica contro questa decisione presa dal comune di Como e dal sindaco Stefano Bruni. E proprio il primo cittadino finisce nel mirino della contestazione più pesante. I rappresentanti sindacali parlato di “forzatura” non concordata da Confcommercio, l’associazione di categoria. E di un provvedimento “grave e sbagliato”. Bruni non sembra scomporsi e replica:”La loro è una presa di posizione ideologica e pretestuosa come sempre”. La decisione del sindaco segue le numerose richieste arrivata a Palazzo Cernezzi da parte di negozianti che hanno già tenuto aperto a Pasqua ed hanno fatto buoni affari con la città piena di gente. Ma la differenza è che stavolta la ricorrenza cade proprio nel giorno dedicato alla festa dei lavoratori.

Più informazioni su