CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Aggressione in carcere, ecco due periti per la mente di Olindo

Più informazioni su

Nominati dal giudice mionocratico di Piacenza che lo deve giudicare per quell’episodio del gennaio 2009. La loro decisione non avrà ripercussioni per la Cassazione. Oggi il nuovo libro in biblioteca. Due psichiatri milanesi: si tratta di Franco Martelli e Marco Mantero. Saranno loro ad effettuare una perizia psichiatrica su Olindo Romano ed accertare se era in grado di intendere e di volere nel gennaio del 2009 quando ha aggredito un agente di polizia penitenziaria nel carcere di Piacenza dove era rinchiuso subito dopo il primo ergastolo rimediato per la strage di Erba. La decisione di sottoporlo a perizia – che non avrà alcuna ripercussione pratica per l’esito del processo in Cassazione della prossima settimana a Roma (martedì 3 ndr) – è stata presa dal giudice monocratico di Piacenza Elena Stoppini nel processo che vede Olindo (solo lui, non la moglie Rosa) imputato di quell’aggressione. Lui ammette solo la discussione, ma nega di aver picchiato l’agente poi finito in ospedale a farsi medicare. I due consulenti incaricati di scandagliare la mente di Olindo avranno ora due mesi di tempo per le loro valutazioni. Il processo riprenderà dopo la pausa estiva. Questo pomeriggio, intanto, alla Biblioteca di Como altro libro sulla strage di Erba e sui due autori secondo i giudici di primo e secondo grado. Cristiana Cimmino, giornalista pugliese entrata in contatto a suon di lettere con i Romano, ha raccolto sotto forma di narrazione la sua corrispondenza. Alla presentazione (ore 17) interverrà anche il criminologo Francesco Bruno che ha esaminato alcune lettere di Olindo e della moglie Rosa.

Più informazioni su