CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Concorso dei vigili, il fascicolo unificato: tutti in aula il 6 giugno

Più informazioni su

Così il Gup di Como Alessandro Bianchi davanti al quale ieri sono comparsi quattro indagati della vicenda. Tra di loro anche il comandante Vincenzo Graziani ed il capo di gabinetto di Palazzo Cernezzi. Un fascicolo unico per l’intera inchiesta. Quella sul presunto trucco al concorso per un posto da vigile urbano a Como negli anni scorsi. La richiesta del Pm Massimo Astori è stata accolta, nell’udienza di ieri, dal giudice Alessandro Bianchi che ha deciso di unificare i fascicoli e la vicenda, difficile e complessa. L’udienza per decidere il futuro degli indagati fissata il prossimo 6 giugno a Palazzo di Giustizia a Como. I protagonisti del “pasticcio” sono il comandante della polizia locale di Como VIncenzo Graziani, il capo di gabinetto del Comune Tullio Saccenti, la sorella Alessandra ed il funzionario della Regione Antonella Rosati. Per loro l’imputazione è di falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici: vale a dire, un errore nella correzzione della prova di esame contestata. Gli altri due indagati – che finiranno nella stessa aula a giugno – sono Bruno Polimeni e lo stesso Saccenti, accusati dalla Procura di rivelazione di segreti d’ufficio. Avrebbero, in sostanza, anticipato le tracce di quel concorso ad alcuni concorrenti. Nella vicenda, infine, coinvolto anche l’assessore alla sicurezza Francesco Scopelliti, finito già a processo con l’accusa di false dichiarazioni rese al Pm.

Più informazioni su