CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Non è stato tentato omicidio, è sconto in appello per il musicista

Più informazioni su

Octavio Ibarguan, 50enne cubano residente a Capiago, un anno fa aveva aggredito la compagna dopo una discussione per motivi di gelosia. Il suo legale ottiene la derubricazione: presto libero. Non voleva uccidere. Lo ha sempre detto e lo ha ripetuto anche oggi in lacrine davanti ai giudici della Corte di appello di Milano. Assistito dal proprio legale, Nicola Galuppo, Octavio Ibarguan, 51enne musicista cubano di Capiago Intimiano, lo ha ripetuto anche oggi. Ed evidentemente è riuscito a fare centro. I giudici gli hanno creduto riducendo la condanna rimediata in primo grado a Como davanti al giudice Nicoletta Cremona: da quattro a due anni di reclusione. Da tentato omicidio a lesioni gravi. L’episodio un anno fa nell’abitazione di Capiago dove l’uomo ha aggredito e ferito con un coltello da cucina la 35enne moglie, di Capiago, dopo una discussione. Pare per motivi di gelosia. Un episodio brutto, davanti alla figlia della coppia, ora affidata alla mamma. Ibarguan, attualmente agli arresti domiciliari a Padova da un familiare, presto tornerà libero dopo lo sconto di oggi. I giudici, infatti, hanno disposto la sospensione condizionale. La consorte, intanto, ha già avviato le pratiche per la separazione.

Più informazioni su