CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Colpo di carabina contro il gatto del vicino di casa: smascherato

Più informazioni su

Inchiesta davvero singolare quella della Procura di Como e che ha messo nei guai un 60enne di Turate. E’ accusato di maltrattamento di animali: sotto sequestro l’arma. Una crudeltà gratuita. Senza un motivo. Ed ora il suo gesto rischia di costargli a caro prezzo: per Renzo Antonio Guzzetti, 60enne di Turate, il rischio di un processo e di una condanna per maltrattamento di animali. La Procura di Como (Pm Massimo Astori) ha, infatti, concluso una singolare inchiesta a suo carico. Arrivando a concludere che è il responsabile diretto della morte di un gatto del suo vicino di casa. Guzzetti lo avrebbe impallinato con la sua carabina dalla finestra di casa nel luglio scorso. L’animale, ferito e sanguinante, è poi andato a casa ed il padrone è corso subito al veterinario di Saronno. Ma senza poter fare nulla: il micione ferito alla pancia è deceduto subito dopo. Il medico, però, ha estratto dallo stomaco un pallino di carabina che il proprietario ha allegato alla denuncia presentata. La Procura di Como ha poi fatto il resto. Un accertamento balistico sull’arma di Guzzetti – regolarmente detenuta – che è stata sequestrata. Il pallino trovato nello stomaco del gatto del tutto compatibile con questa arma. Dunque, per il Pm è stata crudeltà gratuita e deve essere processato per maltrattamento di animali.

Più informazioni su