CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Finite le speranze: trovato morto il volontario canturino a Gaza

Più informazioni su

La conferma arriva dalla Farnesina dopo il blitz effettuato nella notte in un appartamento. Il ragazzo è stato soffocato. L’ultimatum scadeva alle 16. Famiglia sotto choc. Solo poche ore di speranza. La stessa dei suoi genitori. Poi la doccia fredda, confermata in queste ore dalla Farnesina: Vittorio Arrigoni, 36enne pacifista canturino, è stato ucciso in un appartamento di Gaza dove un gruppo di terroristi islamici lo ha sequestrato ieri. Poi mostrato il suo volto tumefatto su internet con un video su You Tube. Chiedevano la liberazione di alcuni detenuti di Hamas, accusavano il Governo Italiano ed Arrigoni di diffondere i vizi occidentali. L’ultimatum dei sequestratiori scadeva oggi alle 16. Ma Arrigoni è stato ucciso quasi subito. Nella notte, infatti, un blitz di forze speciali ha permesso di ritrovare il cadavere del volontario lariano. Era in un appartamento di Gaza, privo di vita. I genitori di Vittorio – la mamma Edigia è sindaco a Bulciago – sono stati già informati dell’accaduto e sono sotto choc. Ieri hanno saputo in serata di questo rapimento e speravano di poter rivedere vivo il ragazzo. La Farnesina, nel porgere le condoglianze alla famiglia, parla di un gesto vile ed irresponsabile di violenza. Gli uomini di Hamas, che hanno compiuto il blitz nella notte a Gaza ritrovando il corpo di Arrigoni, hanno anche arrestato due dei sequestratori: si tratta di persone appartenenti ad un gruppo terrorista estremista, sia in politica che in religione. Si ispirano ad Osama Bin Laden, il leader mondiale del terrore.

Più informazioni su