CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Insulti razzisti alla giocatrice e parte la sfida della Federbasket

Più informazioni su

Presentata oggi una campagna forte che trae le mosse dall’episodio di una settimana fa al Palasasmpietro:”Domenica tutti con la pelle colorata di nero”. Ma i presunti responsabili non ci stanno:”Ha inventato tutto”. E’ una campagna forte. Lanciata oggi dalla federazione italiana basket e rivolta anche ai tifosi. Che prende le mosse dallo spiacevole episodio di settimana scorsa al Palasampietro di Casnate con gli insulti razzisti e gli sputi alla giocatrice di colore del Geas Abiola Wabara. Nel prossimo fine settimana i giocatori di tutti i tornei – ma anche i supporters sono invitati ad aderire – scenderanno in campo tingendosi la pelle di nero, aderendo alla campagna della Federazione dal titolo “Vorrei la pelle nera”. Iniziativa forte, come detto, ma che è la conseguenza di questo brutto episodio e delle successive polemiche. Anche se proprio in queste ore i tifosi di Como e Cantù – con tanto di comunicato stampa congiunto – si scagliano proprio contro la ragazza del Geas e la accusano di essersi inventata tutto. Insulti e sputi per giustificare – questo il loro pensiero – un comportamento irriguardoso sul campo proprio verso i tifosi con il dito medio della mano rivolto loro. Il comunicato congiunto finisce con la richiesta ufficiale di scuse a Wabara per come si è comportata in campo.

Più informazioni su