CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il vento cessa, restano i danni: alberi caduti e tetti scoperchiati

Più informazioni su

E’ un bilancio pesante quello di ieri sera a Como ed hinterland. Una trentina gli interventi dei pompieri. Terrore in centro città: camino sfiora una ragazza a piedi. Minime in calo. Il vento ha cessato di soffiare su Como ed hinterland. Ora si contano i danni dopo le forti folate di ieri sera in tutta la città. Con i vigili del fuoco che hanno dovuto fare straordinari e super-interventi: oltre 30 da quando è scattata l’emergenza. Per mettere in sicurezza ponteggi e striscioni pericolanti, ma anche cornicioni e scossaline dei tetti. Le folate hanno anche scoperchiato la copertura del palazzetto di Muggiò e di una abitazione a Binago. E poi corsa contro le fiamme anche ad Alserio, al canneto vicino al lago, ma pure a Conca di Crezzo – vicino a Barni – ed in alto lago. I piromani si sono “divertiti” ad appiccare le fiamme con simili condizioni… Ma la lunga notte dei pompieri non è finita qui: diversi anche gli interventi per alberi grossi caduti. Come al Tempio Voltiano, senza per fortuna colpire nessuno, ma adagiandosi sul prato vicino, poi a Cantù in via Colombo (strada bloccata a lungo) ed a Montano Lucino in via Capuano. Terrore puro in centro città: in via 5 giornate una ragazza che stava camminando a piedi si è vista arrivare contro – sfiorata a pochi centimetri – un camino staccatosi dal tetto per la furia del vento. Il manufatto è caduto a terra senza colpire nè lei, nè auto in sosta. In via Rusconi, poco dopo, è caduta dall’alto una grossa lastra di cemento: anche qui nessun ferito. Il vento delle ultime ore ha avuto anche un altro effetto pratico, percepito da molti questa mattina: le minime della notte sono calate di qualche grado rispetto ai giorni scorsi.

Più informazioni su