CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como, scontro aperto per i profughi in arrivo:”Niente caserma”

Più informazioni su

Il Prefetto ed il sindaco Bruni sono categorici. Lega Nord e Carioni sempre più isolati dopo la proposta dei giorni scorsi. Alto l’allarme per i passatori. La ex sede della Finanza di Capiago unica sede possibile. Scontro aperto. Frontale e totale. I profughi in arrivo – con l’allarme passatori rilanciato dal fermo (avvenuto ieri a Ronago) di due persone con quattro eritrei sull’auto – scatenano le reazioni politiche a Como. Con il comune di Como ed il Prefetto che dicono no all’ipotesi della Lega Nord di utilizzare la caserma De Cristoforis per ospitare immigrati provenienti dalla Sicilia. Il no è fermo e deciso da sindaco Bruni e tutti gli assessori della sua giunta (tranne i leghisti Peverelli e Faverio), ma ancora più severo è il prefetto Tortora che nei giorni scorsi aveva ipotizzato come base di accoglienza la ex caserma di Capiago. “L’unica strada percorribile rimane sempre questa – spiega – mentre la caserma non è opzione percorribile. Ma intanto restiamo in attesa di vedere cosa succederà e se arriveranno…”. Contro l’arrivo ipotizzato dal presidente della Provincia Carioni e dalla Lega si scaglia anche tutto il quartiere della caserma. I residenti non ci stanno e sono pronti a dare il via a raccolta di firme e gazebo di protesta se la cosa dovesse andare avanti. Ma le parole del Prefetto sembrano voler troncare sul nascere questa ipotesi.

Più informazioni su