CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Lo tamponano con l’auto, poi calci e pugni per strada: arrestati

Più informazioni su

Una brutale aggressione ieri sera tra Camerlata e Breccia. Al Bassone due 30enni di Guanzate, riconosciuti dalla vittima. Poco prima lo avevano colpito ripetutamente per portargli via auto ed oggetti di valore.

Picchiato in strada, poi derubato di auto, portafoglio ed orologio. Dopo quello che pareva essere stato un banale tamponamento in strada. E' accaduto tra Camerlata e Breccia la notte scorsa. Con un comasco che, dopo essere sceso per fare la constatazione amichevole, si è ritrovato minacciato e poi picchiato dai due che erano sulla piccola Ka che ha urtato la sua Audi. Calci e pugni per costringerlo a fuggire lasciando nel cruscotto le chiavi della vettura assieme a portafoglio ed altri oggetti di valore. I due rapinatori, dopo l'iniziale fuga, si sono pentiti e sono ritornati dalla vittima che, nel frattempo, era stato soccorso dal conducente di un furgone di passaggio.

Gli hanno restituito i suoi oggetti personali e lo hanno minacciati di nuovo: “Non chiamare nessuno, altrimenti finisci male…”. Ma la squadra volante era già stata allertata. E così gli agenti della Questura hanno bloccato i due sulla loro piccola utilitaria in via D'Annuncio a Breccia. Sulle mani, ancora evidenti, i segni della precedente aggressione al malcapitato in strada. Poi l'uomo li ha riconosciuti in Questura come gli autori della brutale rapina. Entrambi arrestati e portati in carcere per concorso in rapina. Si tratta di due ragazzi di Guanzate, Antonio Lo Verme di 34 anni ed Enzo Luraschi di 30. Per entrambi interrogatorio con il Gip nei prossimi giorni per la convalida del fermo. La vittima, nel frattempo, medicata e giudicata guaribile in 10 giorni dai medici del Sant'Anna per trauma distorsivo cervicale.

Più informazioni su