CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Yara, ora per le sue ricerche si punta sul fiuto dei cani lariani

Più informazioni su

In azione nella zona della scomparsa della ragazzina 13enne di Bergamo anche due animali del gruppo cinofilo degli alpini comaschi. Ed arriva pure un cinofilo con un pastore tedesco molto sensibile.

Yara Gambirasio ancora non si trova. Le sue ricerche vanno avanti da ormai un mese, ma della ragazzina 13enne nessuna traccia. Si scava, si cerca in ogni direzione. E dopo la pista della Svizzera – che resta valida al pari di tutte le altre – adesso sono i cani ed il looro "fiuto" ad entrare in azione. Anche quelli lariani. Due, in paerticolare, del'unità cinofila degli alpini sono utilizzati in questi giorni per cercare una traccia di dove è potuta finire la giovanissima. Nel bergamasco, in particolare nel grande cantiere del centro commerciale di Mapello, stanno lavorando anche "Onda" e "Witch", un labrador ed un border collie già più volte utilizzati – e premiati per la loro capacità – per la ricerche tra le macerie ed in acqua. I due esemplari lavorano con il conduttore, Nicola Carrara.

Ma non solo solo loro i cani protagonisti sulle tracce di Yara. Nele ultime ore gli inquirenti sembrano aver dato credito anche ad un cinofilo comasco con il suo fidatissimo pastore tedesco, definito dal fiuto sensibile. Loro pure andranno a cercare nella zona di Mapelllo. Questo cane, infatti, in passato è riuscito a recuperare diverse persone sepolte dalle valanghe di neve. Nelle scorse settimane anche a Briogeda si erano incentrate le ricerche di Yara: si è cercato tra le immagini delle telecaere a circuito chiuso per verificare eventuali passaggi di auto sospette. Ma finora, come in altri casi, senza esito.

Più informazioni su