CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

I legali di Cappellini all’attacco:”Manca la traduzione degli atti…”

Più informazioni su

La difesa ha sollevato una eccezione di nullità sia dell’avviso di chiusura delle indagini sia della richiesta di rinvio a giudizio. Il campione di motonautica non era presente in aula. Si riprende a marzo.

Si parte con una sorpresa. La traduzione di tutti gli atti che sono in lingua straniera. Questa la richiesta dei difensori degli indagati con l’associazione per delinquere finalizzata alla frode fiscale. Il processo a Guido Cappellini, il campione di motonautica e altri indagati, parte con questo colpo di scena davanti al giudice dell’udienza preliminare Maria Luisa Lo Gatto. I legali della difesa hanno sollevato una eccezione di nullità sia dell’avviso di chiusura delle indagini, sia della richiesta di rinvio a giudizio. Avanzando come motivazione la mancata traduzione degli atti rivolti agli imputati non solo italiani, ma anche ad un olandese e un belga. Seconda questione sollevata dai difensori, già accolta dal giudice, quella di produrre in aula, sempre nella prossima udienza (fissata per il mese di marzo 2011) una chiavetta Usb, sequestrata nel corso di una perquisizione a Carugo contenente i file con tutti i documenti poi utilizzati per le indagini. Della chiavetta al momento non c’è traccia, dovrebbe essere a Monza nella sede della finanza dove proprio sono partite le indagini. Comunque Cappellini e gli altri indagati tornano in aula a Marzo. Il campione di motonautica oggi non era presente in Tribunale a Como.

Più informazioni su