CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Atto finale per il delitto del furgone, giudici in camera di consiglio

Più informazioni su

Oggi la sentenza dei giudici della Corte di Assise di Como per Emanuel Capellato e Leonardo Panarisi. Il Pm ha chiesto per entrambi l'ergastolo. Stamane brevi repliche, ora si attende il verdetto. Brevi repliche della difesa e del Pm Nalesso. Ognuno per ribadire le rispettive posizioni. Ed ora i giudici della Corte di Assise di Como sono riuniti in camera di consiglio per emettere la sentenza del delitto di Antonio di Giacomo, il 40enne imprenditore di Colico ucciso un anno fa in centro Como e poi messo in un armadio diventato la sua bara all'interno del suo furgone giallo, poi parcheggiato a Tavernerio. I due imputati, Emanuel Capellato e Leonardo Panarisi, rischiano l'ergastolo, sollecitato dal Pm Antonio Nalesso. Che li ritiene ugualmente colpevoli di quell'omicidio avvenuto per futili motivi (alcuni orologi da rapinare alla vittima). Oggi, in Assise, è presente solo Capellato. E' rinchiuso in gabbia ad attendere il verdetto. I suoi legali hanno sollecitato l'assoluzione per mancanza di prove certe contro di lui. Stessa cosa hanno fatto i legali di Panarisi. I giudici dell'Assise sono presieduti da Vittorio Anghileri, al suo fianco anche la collega Valeria Costi: gli altri sono popolari, quattro donne e due uomini.

Più informazioni su