CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como, ora i bresciani alzano la voce:”Vogliamo solo chiarezza”

Più informazioni su

Fabrizio Cordini, a nome dell'imprenditore Abele Lanzanova, precisa e rilancia le intenzioni del gruppo:"Pronti a rilevare la società, ma chiediamo di sapere tutto". Ed attacco al veleno ai dirigenti attuali. Domenica sono stati costretti a pagarsi il biglietto in tribuna stampa. Un gesto che a Fabrizio Cordini ed Abele Lanzanova, interessati a rilevare il Como dalle mani di Antonio Di Bari ed Amilcare Rivetti, non è andato giù. "Qualcuno cerca di mettermi in cattiva luce – ha spiegato ieri sera ad Etv lo stesso commercialista di Piacenza – per questioni che non mi interessano. Ma io vado avanti per la mia strada: certo, questa dei biglietti è una bassezza, ma non è questo il problema. Non sono le 50 euro per la tribuna. Quello che noi chiediamo ai dirigenti – per il rispetto della città e dei tifosi – è solo chiarezza. Tutto qui. Per il resto confermo che il gruppo Lanzanova è pronto ed ancora deciso a rilevare la società".

Insomma, una querelle in finita per la cessione del Como. E la sensazione che anche questa settimana sarà l'ennesima di promesse, incontri, chiarimenti. Ma senza la firma che i tifosi chiedono e vogliono sapere quando ci sarà. Ieri sera ad "Io Mister" su Etv Cordini è stato chiaro a riguardo:"Vogliamo conoscere tutto e non trovarci sorprese da un giorno all'altro – ha aggiunto il bracciod estro di Lanzanova – anche se non posso dire quando ci troveremo per chiuedere". Ammesso che si farà mai questa conclusione viste le premesse….

Più informazioni su