CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Mezzo milione di euro “requisito” dalla Procura per il crack Ibs

Più informazioni su

Il sequestro è scattato in questi giorni dopo gli arresti delle scorse settimane per il fallimento della finanziaria del centro di Como. Confiscati diversi terreni ed appartamenti all'ex amministratore. Un piccolo tesoretto. Da mettere a disposizione delle tante persone trufffate e che sono rimaste senza i loro risparmi e gli investimenti fatti. Circa mezzo milione di euro che la Procura di Como (Pm Astori, Gip Cremona) ha confiscato all'ormai ex amministratore della finanziaria Ibs Forex di piazza Grimoldi a Como, Sandro Tiso. A lui gli inquirenti sono arrivati dopo le sette ordinanze di custodia cautelare in cella per questo clamoroso dissesto che ha lasciato a mani vuote tanti risparmiatori non solo lariani. E così la Guardia di Finanza, su disposizione della Procura e l'avvallo del giudice, ha confiscato a Tiso (tuttora al Bassone) immobili e terreni riferibili ad una sua società a Benevento, ma anche un altro appartamento a Torino e altri terreni in provincia di Avellino, dove lui è originario. Non è escluso, a breve, analogo provvedimento anche per gli altri ex amministratori, tutti finiti in cella ad inizio mese. Il fallimento Ibs avrebbe provocato un "buco" di almeno 50 milioni di euro.

Più informazioni su