CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Cessione del Como, Lanzanova detta le sue condizioni per il si

Più informazioni su

Il gruppo bresciano chiede al notaio Leoni, per conto di Di Bari e Rivetti, di integrare alcuni punti controversi prima di firmare. E la conferma:"Noi siamo pronti, non vogliamo assolutamente perdere tempo". Una mail certificata con i punti da integrare nella stesura del contratto di vendita. Con una serie di precisazioni su contratti dei giocatori, crediti dei fornitori, settore giovanile, sponsorizzazioni e centro sportivo di Orsenigo. E' quanto richiede il gruppo di Abela Lanzanova, l'imprenditore bresciano interessato all'acquisto del Como, agli attuali proprietari Di Bari e Rivetti. La mail spedita nelle ultime ore per chiedere garanzie prima di firmare. "Noi possiamo farlo, l'accordo, anche oggi – spiega il commercialista Fabrizio Cordini, braccio destro di Lanzanova – ma prima vogliamo queste minime garanzie per il futuro. Se arriveranno, ben pronti a sederci e firmare. I tempi ? Non dipendono da noi anche se voglio dire ai tifosi una cosa ben precisa: con queste richieste non vogliamo in alcun modo perdere tempo. Attendiamo la risposta del notaio Leoni". Ora tutta ritorna nelle mani dei dirigenti attuali. Che, da quanto pare, non sembrano del tutto d'accordo su questa cessione. Rivetti in particolare. Lanzanova e Cordini, in particolare, vorrebbero riuscire a gestire – se non ci saranno intoppi – la società dal prossimo 1° dicembre.

Più informazioni su