CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como, ore cruciali per la società:”Noi siamo qui per chiudere…”

Più informazioni su

La conferma dal commercialista Fabrizio Cordini che rappresenta la cordata di Abele Lanzanova. Oggi incontro dal notaio Leoni, ma l'incertezza vera è la posizione di Rivetti: esce di scena oppure rilancia ? Ore decisive, cruciali. Per cercare di mettere la parola fine alla telenovela, estenuante, sulla cessione del Como. Tra oggi e domani la società dovrebbe passare di mano, da Di Bari e Rivetti al gruppo bresciano capeggiato da Abele Lanzanova. Ma il condizionale è ancora d'obbligo. L'accordo sarebbe già stato raggiunto, ma in queste ore si sta valutando la posizione del vice-presidente Rivetti: lui il vero ago della bilancia della trattativa. Dapprima l'ha avvallata, poi ci avrebbe ripensato ed ora vorrebbe rilanciare con una cordata di imprenditori comaschi per cercare di portare a casa tutta la società. "Se Rivetti vuole acquistare si faccia aventi, ma lo faccia con chiarezza assoluta e sopratutto ci dica cosa vuole fare – rilancia il commercialista Fabrizio Cordini, rappresentante di Lanzanova -. Noi siano a Como per chiudere la trattativa. Mancano ancora alcuni dettagli, ma la nostra intenzione è questa. Anche se le recente dichiarazioni di Rivetti hanno fatto incavolare non poco Lanzanova ed i suoi amici". Oggi previsto un incontro tra le parti dal notaio Stefano Leoni ad Erba.

La squadra, reduce dal pari di Pagani, intanto ritorna al lavoro ad Orsenigo. Penultimo posto in classifica (con il Monza a 13 punti) e la voglia di rilanciarsi in modo forte. Domenica, al Sinigaglia, attesa la Salernitana. In attesa del cambio di proprietà, restano al loro posto i tecnici Brevi e Garavaglia.

Più informazioni su