CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ora Villaguardia si riscalda con gli scarti del legno e di giardino

Più informazioni su

Partito da ieri l'innovativo sistema per produrre calore dai residui delle lavorazioni agricole, forestali e dei boschi. Per i cittadini previsto un risparmio in bolletta: oltre 500 i contratti fatti. E' l'energia del futuro. Il calore che arriva a casa dagli scarti delle lavorazioni agricole, forestali e dei boschi. Ed è la cosidetta "Grande Stufa" che da ieri riscalda una parte di Villaguardia, una produzione "pulita" e senza sprechi. Che, secondo quanto fanno sapere i rsponsabili del progetto, porterà anche risparmi dal punto di vista economico sulle bollette dei prossimi mesi per i residenti. La "Grande Stufa", partita ufficialmente ieri, nella fase iniziale riscalderà solo una parte del paese, la frazione di Masano. Via via è prevista l'estensione del servizio a tutto il paese. "In un anno – spiega il sindaco Alberto Colzani – prevediamo di arrivare ad allacciare 150 utenze, 500 in tre anni". Intanto l'idea piace: già più di 500 i contratti sottoscritti dai residenti. Tutti gli edifici in cui arriverà questo teleriscaldamento saranno dotati di uno scambiatore di calore.

Materia prima proveniente dagli scarti delle lavorazioni: dalla legna e dalle piante potate. Il "Consorzio Energia e Natura" è composto da 19 soci per la gestione di questa "Stufa".

Più informazioni su