CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Che bluff:”Ho litigato con Marco, voglio stare un pò da sola…”

Più informazioni su

E' ripreso oggi a Lugano il processo all'uomo che ha ucciso la moglie a marzo e poi l'ha gettata nel lago di Como. Letti in aula i finti sms che lui ha spedito alle amiche della donna per simulare una sua fuga. Testa bassa, sguardo nel vuoto. Felpa e pantaloni neri. Marco Siciliano è in aula – alle Assise criminali di Lugano – anche oggi alla ripresa del processo a suo carico. Ma l'impressione è che ormai sia rassegnato alla pesantissima condanna in arrivo per il suo folle gesto di marzo: ha ucciso la moglie incinta per poter stare con l'amante. E dopo il delitto – l'orrore è stato raccontato nella precedente udienza – ha anche cercato di fingere che Beatrice Sulmoni, la vittima, 36enne, fosse scappata da sola dopo un litigio con il marito. In aula stamane, alla ripresa, letti i tanti sms dell'uomo spediti dal cellulare della moglie alle amiche. Uno è esplicito delle sue intenzioni di prendere tempo dopo il delitto:"Ciao, ho litigato con Marco (Siciliano ndr) e voglio stare da sola un pò…". Tenore abbastanza simile anche per i familiari di Beatrice, in alcuni finte preoccupazioni per il figlio. Siciliano è anche scoppiato a piengere in una fase del dibattimento. La sentenza dovrebbe arivare mercoledì.

Più informazioni su