CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il crack Ibs: adesso la Procura scava tra i promotori finanziari

Più informazioni su

Il magistrato che ha chiesto gli arresti per gli ex amministratori e la Finanza intenzionati a vederci chiaro sul loro ruolo. Sapevano delle perdite oppure sono vittime pure loro ? Presto i loro interrogatori in Tribunale.

I promotori finanziari ai raggi x. Sono loro, adesso, nel mirino del sostituto procuratore di Como Massimo Astori, il magistrato titolare dell'inchiesta sul crack colossale della finanziaria Ibs Forex di piazza Grimoldi, centro città. Dopo la copiosa ordinanza di custodia cautelare che ha colpito i vertici ed i componenti del collegio dei sindaci della società – eseguita ieri dalla polizia Tributaria della Finanza di Como – Astori si sta concentrando sul loro ruolo e sul loro operato. Un centinaio complessivamente coloro che hanno collaborato in questi anni con la Ibs. Procurando migliaia di clienti ai quali promettevano mirabilie e guadagni importanti. Anche a dispetto della crisi economica. Il dubbio degli inquirenti è se erano a conoscenza, a loro volta, del pessimo andamento della finanziaria comasca, poi fallita con una voragine da 45 milioni di euro. Visto che le perdite andavano avanti da tempo per via di investimenti sbagliati e di operazioni di finanza creativa al massimo livello secondo l'accusa.

Astori e la Finanza vogliono vederci chiaro sul ruolo dei promotori: presto verranno convocati molti di loro in Procura per gli interrogatori. Da capire se sono stati presunti complici dei vertici Ibs – omettendo di comunicare ai clienti perdite su investimenti monetari – oppure ignare vittime oltre agli oltre 1.000 clienti raggirati. Nessuno dei promotori, però, al momento è indagato. Gli arrestati da ieri sono nel carcere del Bassone: gli ex amministratori Gianluca Priano, Sandro Tiso e Graziano Campagna, accusati di bancarotta fraudolenta, falso in bilancio e truffa Agli arresti domiciliari i quattro componenti del collegio sindacale della Ibs: tre irpini (Antonio Schiavo, Pasquale Tiziano Perrina e Carmine Pompeo Antonelli) ed un brianzolo (Tiziano Colombo). Pesantissime le accuse anche per loro, le stesse degli ex amministratori.

Più informazioni su