CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il guru non si vede ancora e i giudici non decidono chi sentire

Più informazioni su

Udienza interlocutoria oggi in Tribunale a Como. Non ancora decisa la lista dei testimoni che sfileranno nel processo a Waldo Bernasconi. In Tribunale anche alcune ragazze che lo difendono.

Interlocutoria. Anche se gli scambi di accuse tra le parti ci sono stati lo stesso. Ma anche la seconda udienza del processo a Waldo Bernasconi, il sedicente guru di bulimia ed anoressia, è stata senza particolari scossoni. E senza aver saputo quanti saranno i testimoni da sentire in aula visto che i giudici – presidente Francesco Angiolini, a latere Cecchetti ed Ortore – hanno preso tempo per decidere quali persone portare in aula per deporre. Finora ne hanno ammesse solo 17, le prime che il Pm Mariano Fadda ha chiamato per fare chiarezza sui metodi di cura utilizzati da Bernasconi ed il suo staff nei centri in Ticino e nel comasco. La pubblica accusa ha chiesto complessivamente oltre 100 testi, la difesa 224 tra cui alcuni importanti consulenti.

Oggi né Bernasconi, né gli altri imputati si sono visti in Tribunale. Una delle parti offese era vicino all’avvocato Giuseppe Sassi che ne rappresenta diverse, mentre tra il pubblico c’erano anche alcune ragazze che sostengono di avere avuto benefici dalle cure di Bernasconi e soci. Il Pm ha avuto parole pesanti per l’operato del sedicente guru:”I titoli se li faceva in casa ed i soldi delle pazienti li ha portati in una banca del Liechtestein…”., mentre la difesa (avvocato Piermario Vimercati) ha replicato depositando una memoria con i titoli di studio di Bernasconi. “Veri ed originali” ha concluso uno dei suoi legali.

Ora il processo si ferma fino al 2011. Tutti di nuovo in aula il 13 gennaio. Altri cinque udienze fissate fino ai primi di marzo, ma sicuramente non basteranno per arrivare a definire questo complicatissimo processo che vede, tra l’altro, 70 parti civili a chiedere un risarcimento.

Più informazioni su