CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il giorno della sfiducia, solo un miracolo può salvare il sindaco

Più informazioni su

Stefano Bruni al rischiatutto questa sera in consiglio comunale di Como. Per lui si preannuncia un clima infuocato. Probabilmente tutti contro i "rivelli" del Pdl. I numeri dicono che il mandato-bis non può proseguire. Sfiducia. E fine dell'amministrazione-bis di Stefano Bruni. Se non oggi (in serata in particolare), il voto per far decadere il sindaco di Como dovrebbe arrivare nella seduta del consiglio comunale di giovedì prossimo. Ma non è detto che anche in serata ci possa essere lo scossone. Perchè il fine settimana è trascorso senza scossoni ed i margini di manovra appaiono nulli. Per Bruni, al momento, i numeri sono contrari: non ci sono più possibilità di andare avanti a guidare la città. Perchè oltre all'opposizione che chiede la fine del mandato (15 voti), ecco che i cinque ribelli del Pdl ed i due che si sono aggiunti di recente nel gruppo "Autonomia liberale" sono compatti per votare la sfiducia visto che le proposte fatte da loro non sono state prese neppure in considerazione dal coordinamento provinciale del Pdl. Dunque, certi sono 22 voti. E per sfiduciare del tutto Bruni ne bastano 21. Clima teso, vigilia piena di tensione a Palazzo Cernezzi anche se non è detto che Bruni possa tentare in queste ore l'ultima carta a sua disposizione per restare in sella. Ma forse ci vuole solo un miracolo…

Più informazioni su