CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Donna morta dopo il parto al Valduce, oggi la parola al giudice

Più informazioni su

La disgrazia è del maggio del 2008 all'ospedale cittadino. Oltre alla donna, 44enne canturina, era deceduto anche il piccolo venuto alla luce. La Procura chiede di archiviare, i familiari preannunciano battaglia. Oggi si decide tutto o quasi visto che la famiglia di Elisabetta Montanino, la 44enne di Cantù morta nel maggio del 2008 all'ospedale Valduce di Como dopo un parto travagliato non ci sta a chiudere qui la vicenda. Oltre a lei, deceduto anche il piccolo venuto alla luce dopo una grave sofferenza cerebrale. La Procura di Como, dopo aver indagato 11 medici in servizio a vario titolo quel giorno, ha ora deciso di chiedere per tutti l'archiviazione. Perchè la consulenza del giudice delle indagini preliminari – quella super-partes – ha stabilito che nessun medico ha compiuto errori nel travaglio e nelle fasi del parto, avvenuto naturalmente. Oggi la parola passa proprio al giudice che, consulenza in mano e con la richiesta della Procura, quasi certamente archivierà il fascicolo. Circostanza che i familiari della donna di Cantù non accettano. E proprio per questo tramite il loro legale, Marcello Campisani, hanno denunciato per falsa perizia un consulente tecnico della Procura ed uno del giudice. A giudizio del legale i due avrebbero lavorato insieme in passato.

Più informazioni su