CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

La giornata del ricordo, nel comasco l’ultimo assalto ai cimiteri

Più informazioni su

2 novembre, la ricorrenza dei defunti. Campi santi pieni di persone fin dalle prima ore della giornata. Il maltempo del fine settimana ha tenuto lontani tanti. Affari scarsi anche per i venditori di fiori. Tanti sono andati sabato e domenica. Qualcuno in meno ieri vista la pioggia incessante caduta in provincia. Chi ancora non è andata, va oggi a fare visita ai cari defunti nei cimiteri della città e della provincia. Ultimo assalto per questo 2 novembre, giornata del ricorso e della ricorrenza delle persone scomparse. Tanta gente si è vista nei vari cimiteri fin dalle prime ore della giornata. Fiori sulle tombe anche se la pioggia di queste ore li ha quasi subito rovinati. Non hanno fatto grandi affari, all'esterno dei cimiteri di Como, i venditori di crisantemi a prezzi calmierati visto il brutto tempo. Tanti non si sono neppure fermati ad acquistarli, ma hanno preferito prenderli altrove ed arrivare al campo santo direttamente con l'auto.

Ricordo e preghiere. Oggi in alcuni cimiteri anche le sante messe per i defunti e le processioni. In alcuni cimiteri di Como, però, i problemi sono sempre gli stessi da qualche mese a questa parte. Al Monumentale di via Regina, in particolare, quando alla sera suona la sirena le porte dei cancelli si chiudono quasi subito. Non permettendo alle persone, in particolare quelle anziane, di uscire in tempo. Molte chiedono aiuto, per essere "liberate", ai parenti. Altre alla polizia locale, pronta ad intervenire con le chiavi di emergenza per aprire le porte a chi è rimasto all'interno.

Più informazioni su