CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il Como resta subito in dieci e poi “stecca” la prima al Sinigaglia

Più informazioni su

Il Ravenna conquista i  tre punti vincendo per 2 a 1. Fautario espulso dopo solo 15'. Un rigore per parte, con reti di Piovaccari e Cozzolino. Decide la gara nella ripresa un colpo di testa di Gerbino. Como volonteroso. Dopo la buona prestazione di Ferragosto con il Varese i tifosi si aspettavano un Como ben diverso in questo esordio di campionato. La squadra vista in campo oggi è sembrata timorosa, quasi spaventata e fin dal primo istante si è capito che non si sarebbe assistito ad una grande gara. Il Ravenna da parte sua, si è limitato all'ordinaria amministrazione, è passato in vantaggio grazie ad un rigore messo a segnao da Piovaccari, nel corso dell'azione che lo ha determinato è stato anche espluso il difensore azzurro Fautario. Como in dieci dal 15' e gara in tremenda salita. Il caldo faceva la sua parte nel rendere le gambe molli e, a parte una bella parata di Tornaghi e un tentativo di Cozzolino, non si è visto nulla fino al 33' quando il bomber lariano si è conquistato un rigore . L'azzurro centra il pari e tutti vanno negli spogliatoi a rinfrescarsi. La ripresa vede gli ospiti tentare di alzare il proprio baricentro e gli azzurri cercare di mantenere il pari. Comincia la girandola dei cambi e il ravenna azzecca l'ambo vincente spedendo in campo  Sciaccaluga e Gerbino, è proprio quest'ultimo a fare centro al 20' con un bel colpo di testa, non immune di colpe la difesa azzurra e il portiere Tornaghi. Da lì alla fine si vedono un paio di tentativi per parte ma il più importante capita a Cozzolino che, apochi minuti dal termine, ha sul piede  la palla giusta per fare pari ma  Rossi è bravo a deviare il tentativo lariano in angolo. Finisce lì la partitat nonostante il lungo recupero concesso dall'arbitro. Le note positive arrivano dalla coppia d' attacco azzurra Cozzolino-Scardina che cercano e trovano spesso scambi precisi e ficcanti mentre la nota stonata arriva dal reparto difensivo con Magli in giornata non propriamente positiva, spesso indeciso nel rilancio, e con il resto del gruppo ancora in fase di rodaggio. La squadra è giovane, il lavoro da fare è ancora tanto ma è necessario che i ragazzi comincino a capire che, di fronte a giocatori di esperienza come Piovaccari, il minio errore può costare caro. Ecco, il lavoro della coppia Brevi-Garavagla deve proprio comincire da qui. Lunedì prossimo è già sfida di cartello a Verona.

Più informazioni su