CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

La diagnosi errata al pronto soccorso: giovane rischia di morire

Più informazioni su

E' successo all'ospedale Sant'Anna. Il ragazzo dimesso con l'obbligo di pagare il ticket. Il padre del protagonista ha scritto alla direzione sanitaria per chiedere spiegazioni. Già disposta una verifica interna. Era andato al pronto soccorso lamentando forti dolori alla pancia. Attesa, visita e dimissioni con diagnosi di gastrite. E' tornato a casa ed i dolori sono proseguiti. Più forti di prima. Nuova visita al pronto soccorso con il padre a chiedere a gran voce una accurata visita. Poche ore dopo era in sala operatoria dove è stato operato di peritonite purulenta diffusa. "Ancora poco e suo figlio rischiava di morire…", così il medico che lo ha operato. La denuncia, con tanto di lettera alla direzione sanitaria, all'ordine dei medici ed agli organi di informazione, è del padre di Andrea Iaconis, giovane comasco. L'episodio è di inizio mese al pronto soccorso dell'ospedale Sant'Anna di Como.

La direzione sanitaria dell'ospedale cittadino ha già deciso di fare una accurata indagine interna. Per accertare responsabilità e dare risposte alla famiglia. Che si chiede, nella lettera, il perchè casi simili possono accadere in Lombardia dove la sanità è uno dei vanti della Regione. Iaconis, per la cronaca, dopo la prima dimissione dal pronto soccorso con la diagnosi (errata) di gastrite, aveva ricevuto anche l'invito a pagare il ticket di 25 euro previsto per prestazioni non urgenti. Ora, dopo qualche giorno di riposo, il ragazzo, sta bene ed è in ripresa.

Più informazioni su