CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

L’autopsia conferma il sospetto dei genitori: morto per la caduta

Più informazioni su

Il dramma lo scorso 11 luglio in un appartamento di via Borgognone a Cantù. Il piccolo Ali stava giocando con i fratelli in camera quando è scivolato dal letto ed ha sbattuto la testa. Emorragia senza scampo. E’ morto per un trauma cranico, per una devastante emorragia, probabilmente dopo la caduta dal letto sul quale stava giocando con i fratellini. E’ questo l’esito dell’esame richiesto dalla Procura di Como, al medico legale Giovanni Scola, per far luce sulla morte di un bambino di appena cinque anni di origini cingalesi. L’episodio lo scorso 11 luglio a Cantù. Ali, questo il suo nome, si era sentito male ed aveva anche vomitato prima di perdere conoscenza, per questo si era pensato anche ad una malattia congenita. Niente di tutto questo, però. L'autopsia ha rivelato la drammaticità di questa caduta che gli ha fatto perdere conoscenza. Poche ore dopo è morto all’ospedale Sant’Anna.

La Procura di Como ha già concesso il nulla osta per il funerale ed il rimpatrio della salma.

Più informazioni su