CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Primi clienti ai tavoli, ha riaperto la pizzeria di Senna Comasco

Più informazioni su

Era stata chiusa lo scorso mese di febbraio dopo il delitto di Giacomo Brambilla nell'armeria di Alberto Arrighi. Il suocero, titolare del locale, lo ha aiutato nel folle tentativo di far sparire la testa. In sordina, senza squilli di tromba. Come è giusto che sia. Dopo quasi sei mesi, ha riaperto da ieri sera la pizzeria Conca d'Oro di Senna Comasco, locale chiuso ai primi di febbraio dopo la scoperta della testa di Giacomo Brambilla – ucciso nell'armeria di Alberto Arrighi in via Garibaldi a Como – nel forno del locale. Un folle tentativo di far sparire quella parte del corpo, orrendamente decapitata. Locale chiuso fino a ieri anche se, di fatto, i sigilli sono stati tolti da qualche settimana. Ieri, nel locale gestito dal figlio di Emanuele La Rosa – suocero di Arrighi e sempre in carcere – sono arrivati i primi clienti. Al momento resta la vecchia scritta Conca d'Oro anche se a breve i gestori hanno assicurato un cambio radicale anche nel nome: si chiamerà "Giardino dei melograni" ed avrà una ristorazione più raffinata rispetto ad una pizzeria tradizionale.

Più informazioni su