CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Due avventure lariane: in auto o in bici per migliaia di chilometri

Più informazioni su

Presentate nelle ultime ore in città. Partono in contemporanea sabato prossimo. La prima sfida è di un operaio che ha subito un trapianto, ma vive normalmente. La seconda di un gruppo di ragazzi. Uno in bicicletta. Gli altri in auto, una Fiat Palio. Stesso obiettivo: vivere l'estate in modo avventuroso. Presentate in queste ore, le sfide partono in contemporanea sabato prossimo e vedono tra i protagonisti alcuni comaschi. Come Marcello Merlo, ad esempio, 46enne operaio che ha subito un trapianto di organi negli anni scorsi, ma vive con la massima normalità. Ed ora ha accettato l'ultima sfida per lanciare un messaggio che l'Aido vuole diffondere al massimo: anche chi ha subito un trapianto può vivere normalmente. Merlo partirà da Bergamo per raggiungere Gerusalemme con la bicicletta. 9 nazioni da attraversare, 4.500 chilometri tra difficoltà e fatica. Ritorno -sempre in sella – previsto per la fine di agosto. L'iniziativa ha il patrocinio dell'assessoratoallo sport del comune di Como.

La seconda sfida è quella di Loris Macrì, Alberto Martegani e Gabriele Cuda. Sempre sabato – partenza da Milano – i tre lariani a bordo di una Fiat Palio cercheranno di raggiungere la Mongolia. Da attraversare 15 paesi, due mari e la bellezza di 16.000 chilometri irti di insidie, in particolare dopo l'Europa. E' il "Mongol rally" che vedrà questi giovani lasciare poi il mezzo utilizzato alle autorità locali e rientrare in treno: un importante gesto di solidarietà. I tre partecipanti hanno ottenuto il supporto dell'assessorato alle politiche giovanili del comune di Como.

Più informazioni su