CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Maxi-contrabbando di gasolio dalla Svizzera: dieci condannati

Più informazioni su

La sentenza emessa oggi dai giudici di Como dopo un lungo processo. Per quattro di loro anche l'associazione per delinquere contestata dal Pm. Molti gli episodi, avvenuti tra 2004 e 2006.

Dieci condanne, otto assoluzioni. Lo hanno deciso oggi i giudici di Como (Anghileri, Ortore e Cecchetti) che hanno ritenuto quattro degli indagati colpevoli di associazione per delinquere finalizzata al contrabbando di gasolio dalla Svizzera all’Italia. Gli episodi, ripetuti, avvenuti a cavallo tra il 2004 e il 2006. Oltre 20 quelli che sono stati formalmente contestati dal Pm Mariano Fadda. Il lungo processo si è concluso oggi con le condanne di dieci imputati.Secondo l'accusa il contrabbando sarebbe stato attuato – con ruoli difefrenti nell'organizzazione – per poter eludere il pagamento dell'accisa, l'imposta prevista sull'importazione di combustibili.

Ecco il dettaglio delle condanne emesse oggi nel dispositivo dai giudici:
Marco Benzoni (58 anni, Ronago): 6 anni, 6 mesi e 2.600 euro di multa
Giovanni Boretti (62, San Fermo): 6 anni e 2.400 euro di multa
Jacopo Stasi (24, Lipomo): un anno, 6 mesi e 500 euro multa
Giuliano Gestra (46, Garzeno): 1 nno, 6 mesi e 400 euro multa
Giovanni Volonterio (77, Breccia): 8 mesi, 100 euro
Massimo Caramella (42, Como): 1 anno, 5 mesi, 200 euro multa
Cristian Benzoni (33, Uggiate Trevano): 7 mesi
Paolo Bongiasca (39, Dongo): 6 mesi, 7.750 euro di multa
Carlo Bongiasca (42, Gravedona): 6 mesi, 7.750 euro multa
Alberto D'Avolio (61, Fenegrò): 7 mesi, 8.500 euro multa

Benzoni (Marco) e Boretti ritenuti colpevoli di associazione per delinquere in quanto promotori del traffico, Gestra e Stasi in qualità di partecipi colpevoli del reato. Tutti gli altri (8) imputati assolti per non aver raggiunto prove di colpevolezza.

Più informazioni su