CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Tutti a chiedere di intervenire subito. Ma Mentasti rimane zitto

Più informazioni su

Si moltiplicano le reazioni politiche dopo la "bufera" che sembra aver investito il nuovo ospedale di Como. Ilm più preoccupato è il sindaco di San Fermo Mascetti. Opposizione scatenata, non parla Bruni. Su una cosa adesso sono tutti d'accordo: intervenire subito. Fare chiarezza su cosa è finito dentro le fondamenta del nuovo ospedale di Como, ad un passo dall'inaugurazionen e dal trasferimento dei pazienti (c'è già la data, dal 23 al 26 settembre ndr). Ma le sconcertanti rivelazioni di questi giorni – dopo il blitz anti-ndrangheta – hanno fatto scattare l'allarme. E il più preoccupato è il sindaco di San Fermo della Battaglia – Pierluigi Mascetti – sul cui terreno sorge la struttura. Poche parole, ma allarmate:"Spero di capire al più presto cosa è accaduto e sapere anche quale rischio corriamo noi residenti…".

Leonardo carioni, presidente della Provincia, e Roberto Antinozzi, direttore della As, attendono il lavoro della magistratura. Il primo si aspetta risposte in tempi brevi dai magistrati lariani, Antinozzi si dice pronto a fornire il massimo aiuto se la Procura lo ricbhiederà:"Se dovessero fare accertamenti mirati nell'area – spiega – siamo naturalmente pronti. Mi auguro solo che il trasloco dal vecchio Sant'Anna possa essere portato avanti secondo programma".

Stonano un pò i "silenzi" di queste ore. Uno è de sindaco di Como Stefano Bruni che ha scelto la linea del "No comment", l'altro è quello delo direttore generale del Sant'Anmna, Andrea Mentasti. Entrambi zitti mentre sta imperversando una bufera politica e non solo. Scatenata l'opposizione, il Pd in particolare. Il capogruppo in Regione, Luca Gaffuri, promete accertamenti e verifiche sull'attività della Perego negli utimi anni. Il segretario provinciale Luca Corvi garantisce:"Noi faremo il nostro compito in tutte le sedin istituzionali".

Più informazioni su