CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ndrangheta ed affari sporchi:”Materiali pericolosi al Sant’Anna”

Più informazioni su

Lo rivela alla Procura di Milano un testimone. Al centro del presunto scandalo la Perego di Cassago Brianza, poi fallita. L'uomo rivela:"Bentonite coperta con terra di scavo per il riempimento". Sospetti e rivelazioni che pesano come macigni. Sono quelli che saltano fuori dalla clamorosa inchiesta della Procura di Milano contro la ‘ndrangheta. Inchiesta che nei giorni scorsi ha portato all’arresto di ben 300 persone, una quindicina nel comasco. La ‘ndrangheta avrebbe agito con un nuovo modo di fare, soprattutto negli appalti pubblici nel movimento della terra, per realizzare diverse opere. Tra queste anche l’ospedale Sant’Anna di Como, dove avrebbe lavorato l’azienda Perego di Cassago Brianza, poi fallita.

Le opere di riempimento sarebbero state fatte con materiale fortemente inquinanti come amianto e altri materiali, provenienti da demolizioni indifferenziate. Questo secondo quanto dice un testimone negli atti dell’inchiesta alla Procura di Milano. Dei lavori all’ospedale di Como, in particolar modo, sarebbe stato utilizzato del materiale pericoloso (sempre secondo questo testimone): bentonite che veniva caricata su camion e poi coperta con terra di scavo normale, al fine di occultarne la qualità, per essere poi portata nell'area di costruzione.

Più informazioni su