CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Un processo infinito: per i Romano altro rinvio in aula ad Erba

Più informazioni su

Olindo (oggi in Tribunale) e Rosa sono accusati di lesioni nei confronti di Raffaella Castagna. L'episodio risale al dicembre 2005. La sentenza dovrebbe arrivare il prossimo 27 ottobre.

Rischia di diventare un processo infinito, più lungo ancora di quello di Erba. E’ il dibattimento in Tribunale, ad Erba, per Olindo Romano e Rosa Bazzi. I due sono accusati di lesioni nei confronti di Raffaella Castagna. procedimento che dalle risultanze investigative avrebbe scaturito poi l’orrenda strage in via Diaz. Nella quale i due coniugi di Erba sono stati riconosciuti colpevoli in due gradi di giudizio e condannati all’ergastolo. Questa mattina Olindo Romano è comparso al Tribunale di Erba per spiegare la sua verità su quell’episodio. Ha negato tutto, ha detto che Raffaella Castagna non è stata picchiata da lui e dalla moglie, ma che è scivolata accidentalmente sul ghiaccio. L’episodio nel dicembre del 2005, proprio un anno prima dell’orrenda strage. Il giudice di pace di Erba ha poi rigettato la richiesta presentata dall’avvocato Fabio Schembri di sottoporre Olindo ad una perizia psichiatrica. Il giudice ha detto si deve valutare un episodio circoscritto, quindi non necessità di questo accertamento di natura pscichiatrica. Tutto però ancora rinviato, perché nonostante il dibattimento sia stato dichiarato chiuso, Fabio Schembri ha chiesto il rinvio per far partecipare in aula anche la collega Luisa Bordeaux, oggi assente per motivi professionali. Probabilmente la sentenza di questo estenuante processo dovrebbe arrivare il 27 ottobre.

Più informazioni su