CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Casate ed i lidi fanno il pienone, assalto per cercare refrigerio

Più informazioni su

Domenica di super-lavoro per le strutture della città e del territorio. Centinaia di persone presenti: segno che la crisi ha tenuto a casa molti comaschi. Polemiche per il costo del parcheggio in viale Geno. Un pienone mai visto. Spesso difficile – per chi è arrivato in tarda mattina o nel primo pomeriggio – trovare un posto sull'erba. Proibitivo sperare di avere un lettino se non tra i primi ad arrivare. Lidi e piscine di Como ed hinterland presi d'assalto in questo week-end, sabato certo, ma anche ieri. Domenica da bollino rosso, è il caso di dirlo. Ed è facile prevedere gente e bambini anche per oggi. Tutti in cerca di un momento di refrigerio per sfuggire al gran caldo. Che anche ieri è stato ben superiore ai 30 gradi con umidità importante. E difficoltà a respirare.

Lidi e la piscina di Casate. Ma c'è anche chi ha scelto quelle del Ticino, Chiasso, Lugano e Bellinzona. Per una gita fuori provincia. Senza dimenticare il lago del Segrino, assaltato da migliaia di milanes. E chi, in mancanza si altro, si è accontentato di quella di casa. Caldo ed afa che non sembrano destinati a finire a breve. Gli esperti prevedono altri giorni da canicola. I disagi maggiori li registrano anziani e bambini, invitati a restare in casa dalla tarda mattinata al pomeriggio inoltrato.

Nella domenica da tutto esaurito, anche le proteste per i costi dei parcheggi in viale Geno. Elevati (2 euro e 20 all'ora) dalla domenica alle 18 in poi. Stessa tariffa il sabato pomeriggio ed il venerdì sera. Lamentele verso vigili ed ausiliari del traffico presenti a regolare l'accesso in tutta la zona.

Più informazioni su