CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

E’ Ciuccariello il nuovo padrone azzurro: ora comanda solo lui

Più informazioni su

Pugliese di quasi 70 anni, ha attività ed interessi a Torino. E' l'imprenditore che nelle ultime ore ha acquistato tutte le quote del Como da Rivetti e Di Bari. Per loro un addio a sorpresa dopo le promesse. Padrone assoluto del Como. Nel senso che avrebbe rilevato l'intero pacchetto di maggioranza del club azzurro da Antonio Di Bari ed Amilcare Rivetti. Per una cifra, così si vocifera, attorno al milione di euro. Il nuovo patron lariano di chiama Raffaele Ciuccariello, ha quasi 70 anni ed è originario della Puglia. Da anni, però, ha interessi ed attività tra Torino ed hinterland. Ora le sue attenzioni, inevitabilmente, si spostano verso il Lario perchè il colpaccio delle ultime ore è di quelli destinati a fare scalpore. Ha rilevato l'intero club dalle mani di Di Bari e Rivetti che, da oggi, sono fuori. Clamorosamente visto che solo due settimane fa hanno promesso grandi cose per la prossima stagione tra rinforzi e conferme.

Ma Ciuccariello, ambizioso, messo bene economicamente, non è da meno. Le sue intenzioni – se questo può rassicurare i tifosi – sono più che buone. Portare il Como in alto al più presto, forse già in nella prossima stagione. Pilotarlo subito verso la B. Domani sera (ore 19, stadio Sinigaglia) la sua presentazione ufficiale e l'addio al Lario dei soci che lo hanno condotto dalla serie D alla Prima divisione. Per il nuovo padrone subito lavoro intenso: allenatore da scegliere, squadra da allestire e collaboratori da confermare per iniziare subito con il piede giusto. Il neo-patron azzurro qualche anno fa ha pure tentato di rilevare il Torino, ma il presidente Cairo si è opposto. Ora è tornato alla carica con il Como e ci è riuscito grazie anche alla liquidità che sta per versare nelle tasche di Di Bari e Rivetti per la loro uscita di scena. Ci sarebbe già il direttore sportivo: è Mauro Traini, un passato importante anche tra i professionisti.

Più informazioni su