CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

La favola di Cantù va avanti: Bologna ko, adesso tocca a Siena

Più informazioni su

La Ngc vince la "bella" dei quarti di finale a Cucciago contro la Virtus grazie ai canestri di Green e Lydeka. Undicesima semifinale della sua storia. Tutta la gioia di coach Trinchieri:"Che grinta, ragazzi!". Grinta e cuore. Poi un soffio di incoscienza nel finale. Ed ancora determinazione, voglia di andare avanti. La Ngc fa sua la "bella" dei quarti di finale dei play-off con un finale di gara emozionante, intenso. Roba da brividi e da cuori forti. 72 – 65 il risultato di una partita che porta Cantù per l'undicesima volta della sua storia nella semifinale scudetto. La Virtus Bologna fatta fuori dopo cinque partite per 3-2. Vinte tutte le gare a Cucciago, davanti ad un pubblico super. I canestri decisivi li hanno fatti Green e Lydeka. Ma il merito di questo traguardo è anche di tutti gli altri. Nessuno escluso.

Cantù parte bene, come nelle precedenti due gare in casa: 16-8, poi 31-16. Collins non è a livelli di mercoledì a Bologna e la Canadian soffre. Timido risveglio all'intervallo: 41 – 37. Micov tira il freno per i falli (già tre), ma è Markoishvili a portare avanti la Ngc. Anche Mazzarino c'è. I bolognesi mettono il naso avanti solo una volta (57-58), ma Green ed il cuore di Cantù li ricacciano indietro. Tutto il Pianella in piedi ad incitare la squadra. Finale da brividi. Cantù non sbanda e centra la semifinale tra le ovazioni dei tifosi.

E' fatta. Esulta Trinchieri, il mago di questa Ngc:"Una squadra meravigliosa, una grinta da leoni – dice a fine gara stravolto dalla fatica -. Ad un certo punto ho guardato in faccia i miei ragazzi senza dire nulla: ho capito che avremmo vinto e così è stata". Adesso c'è lo scoglio più duro, più difficile: la Montepaschi Siena, favoritissima per il titolo tricolore. Ma provarci, a questo punto, è un obbligo. La favola continua….

Più informazioni su