CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

“Il fatto non sussiste”, assolto per la morte dell’operaio in ditta

Più informazioni su

Lo ha stabilito oggi il giudice di Cantù nel processo al responsabile della sicurezza della Defim di Alzate Brianza. Nel novembre del 2006 il dramma di un giovane rumeno: caduta oppure un malore ? Assolto. "Perchè il fatto non sussiste". Esce senza macchia dal processo e dall'inchiesta – durata quasi tre anni – il responsabile della sicurezza della Defim di Alzate Brianza, Adriano Montanelli. Spedito in aula dalla Procura di Como (Pm Pantano prima, poi la collega Mondovì) per rispondere della morte di Marius Yonita, operaio rumeno di 29 anni, deceduto nel novembre del 2006 a Monza dopo il ricovero in ospedale. Il ragazzo, domiciliato con la compagna a Lipomo, era stato trovato agonizzante in azienda con la testa sanguinante, vicino allo spigolo di una pedana. Nel processo che si è concluso oggi nessuna prova che Yonita è caduto da una scala durante il turno serale. Ma solo ipotesi e congetture. Nessuno ha visto l'incidente. Da qui la decisione del giudice nonostante la richeista di condanna per omicidio colposo del Pm in udienza.

Più informazioni su